Consigli di lettura: Il libro degli specchi

Ricevuto in omaggio da IBS e Longanesi, per averne letto in anteprima e commentato un estratto, questo thriller di E.O. Chirovici inizia con un misterioso manoscritto incompiuto, dove si narrerebbe la verità su un caso di omicidio irrisolto, per proseguire passo dopo passo, nei meandri delle sfaccettature della mente umana, attraverso i comportamenti e le ricostruzioni dei ricordi dei protagonisti della vicenda, tanto ingannevoli quanto i riflessi di un labirinto di specchi.

Intriga e tiene alta l’attenzione e il coinvolgimento del lettore, e più ci si addentra nella storia, dagli anni ’80 ad oggi, più ci si domanda dove stia la verità poiché nulla è come sembra, e colui che pare essere il protagonista, ne diventa lungo il percorso solo uno dei tanti attori dello spettacolo di questo romanzo.

Primo libro scritto direttamente in lingua inglese dall’autore, il quale però vanta un nutrito numero di romanzi pubblicati in patria (Romania), prima sua opera da me letta e con notevole soddisfazione. Il libro degli specchi è una narrazione ben strutturata, che può apparire semplice in alcuni passi più sentimentali, ma resta incalzante per tutto il numero delle pagine. Non si tratta solo di capire chi ha ucciso il famoso professor Wieder, ma di scoprire quali ricordi siano reali e quali solo desideri irrealizzati, incisi nella memoria al loro posto, creando nel lettore domande che vanno ben oltre la trama stessa della storia.

Thriller psicologico moderno, intelligente, e contorto al punto giusto.

Cinque stelle. ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Link all’ebook.

img_6977

Leggi migliaia di eBook gratis con Kindle Unlimited di Amazon.

Trama:

Peter Katz ha alle spalle una lunga carriera in una delle agenzie letterarie più importanti di New York, e ormai quasi nulla può sorprenderlo. Ma il manoscritto che quasi per caso inizia a leggere lo colpisce fin dalle prime righe.
Non è solo la scrittura magnetica, non è solo il coinvolgimento dell’autore a fargli capire subito che non si tratta di un romanzo come gli altri: chi scrive, un certo Richard Flynn, afferma di conoscere la verità su un famoso omicidio avvenuto quasi trent’anni prima, e di essere pronto a rivelarla nel suo romanzo.
La vigilia di Natale del 1987, in circostanze mai del tutto chiarite venne ucciso Joseph Wieder, un carismatico professore di psicologia all’università di Princeton. Accademico stimato ma anche molto discusso, Wieder esercitava un notevole fascino sulle studentesse come Laura Baines, la ragazza di cui Richard Flynn era innamorato. Ma in questa sorta di sbilanciato e torbido triangolo, a un certo punto, qualcosa andò storto.
Il manoscritto di Flynn è semplicemente eccezionale, ma purtroppo è incompleto: manca il finale. Determinato a non lasciarsi sfuggire l’occasione, l’agente letterario riesce a rintracciare l’autore, scoprendo però che è in fin di vita e che il resto del manoscritto è introvabile.
Inizia così un viaggio alla ricerca del finale perduto e della verità che porta con sé. Un viaggio che diventa un’indagine sulla psiche e sul modo in cui la nostra memoria riscrive il passato, in un incerto, a volte ingannevole, gioco di specchi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close